Frattamaggiore

VISTA4VISTA3VISTA1

Frattamaggiore

2009/10 – Progetto del complesso immobiliare nell’ambito del P.U.A. di iniziativa privata in Frattamaggiore (Na).
Committente: società Accurso Costruzioni s.r.l.
Prestazione effettuata: progetto preliminare
Importo lavori: € 43.619.865,00

Classe e categoria:
opere edili, lc: € 33.171.000,00
impianti idraulici, llla: € 3.814.665,00
strade VIb: € 5.804.925,00
impianti elettrici e trasmissione dati, llc: € 829.275,00

Progetto Generale

Il progetto generale si fonda su alcuni parametri essenziali quali:

  1. Il processo di riqualificazione urbana di un pezzo di città contornata dalla via della Libertà, viale Elena e corso Durante;
  2. Il rispetto delle norme urbanistiche ed edilizie ai diversi livelli di competenza;
  3. Il recupero dei valori storico-ambientali dell’area e del suo intorno;
  4. L’interdipendenza e l’interfaccia tra forma struttura e funzione; quest’ultima riferita alla vocazione commerciale, artigianale e residenziale della zona;
  5. L’alleggerimento del peso della mobilità veicolare che, allo stato attuale, smorza qualsiasi spinta di sviluppo;
  6. La ricerca di un linguaggio architettonico che, pur mutuando tecniche e tecnologie d’avanguardia, rispetti l’equilibrio preesistente tra tipologia edilizia e morfologia urbana.

Per raggiungere tali obiettivi, l’idea di progetto è partita dalla esigenza di non parcellizzare i parametri citati, bensì di assumerli come fattori unificanti dell’intero processo progettuale.
Sono state, quindi, considerate le discrasie territoriali esistenti (viale Elena, e via Belvedere cieche; la via della Libertà e la stazione ferroviaria come elementi di separazione urbana) per puntare ad una soluzione urbanistica in grado di eliminare tali anomalie e porsi quindi, quale cementante tra i diversi pezzi dell’intorno urbano.

Prioritariamente è stato preso in esame il sistema viabilità alleggerendone la pressione veicolare mediante la proposta di una nuova strada che, congiungendo Piazza Durante (via Belvedere) con viale Elena crea una circolarità intorno all’area a vantaggio del traffico soprattutto sul Corso Durante.
D’altra parte la previsione del progetto di realizzare su due livelli garages interrati con accesso da via Pezzullo e dalla nuova strada di PUA prolungamento su via Belvedere determinerà un notevole beneficio alla viabilità per l’elevato numero di stalli e di box da realizzare.

Il secondo punto importante del progetto consiste nel separare nettamente le attività commerciali da quelle artigianali e residenziali realizzando, al di sopra della quota terra (50.00) una piastra 156.00 (con accesso indipendente da via Libertà) su cui sono ubicate le suddette attività.

In questo sistema sono previsti collegamenti verticali totalmente separati riguardanti il raggiungimento della quota piastra dalla strada e quelli relativi alle vie di fuga dai due livelli garage verso le quote terra e piastra.
Sul piano tipologico, il progetto riprende le antiche organizzazioni spaziali a corte che appartengono alla tradizione di vita aggregata riscontrabile in Frattamaggiore ed in tutta la provincia di Napoli.
Sono, infatti proprio queste tipologie edilizie che hanno caratterizzato lungo la storia il rapporto tra esse e la morfologia urbana.

Il progetto ha inteso, quindi, riprendere tale tradizione, rivalutando, attualizzando e migliorando socialmente il rapporto tra le diverse funzioni (commerciali, artigianali e residenziali) che rappresentano la piattaforma per vivere qualsiasi architettura.